Tag

, , , ,

Oggi si tiene il Referendum relativo alle concessioni per le trivellazioni nel mare …. il c.d. “Referendum sulle Trivelle

……… e ……. dico solo che io andrò a Votare, perchè ritengo che sia un tema su cui vale la pena che i cittadini si esprimano e perchè non amo le politiche sottili di disincentivamento degli istituti di democrazia diretta, perchè abituano ad una visione del rapporto cittadino istituzione sempre più passivo e rassegnato che apre le porte a due fenomeni uguali ed opposti ma comunemente pericolosi: 1. il passivo accettare tutto, anche le violazioni di diritti e di garanzie democratice ….”purchè se magni” … e così splendidamente delineato da Brecht per raccontare la passività tedesca quando il Nazismo dilagò. Poi, 2. vi è l’opposto, cioè il populismo ribellista per cui … tutti ladri, tutti uguali, destra e sinistra non esistono, non è giusto …. ci vorrebbe una rivoluzione … etc …..

Per onestà intellettuale, bisogna dire che una delle cose più positive della Riforma Costituzionale appena approvata dal Parlamento (e che verrà ad Ottobre sottoposta ad approvazione proprio attraverso il Referendum Costituzionale) è la introduzione di un Referendum Consultivo a fianco del “classico” Referendum che permetterebbe di evitare tutta una serie di polemiche ed interrogativi legati a questo evento politico.

Detto questo, ritengo opportuno porre qua due interventi che pongono le diverse posizioni in maniera chiara

PERCHE’ VOTARE SI

PERCHE’ VOTARE NO

… e poi …. decidete … decidete quanto volete, MA … andate a votare.

…. ed ovviamente io non dico cosa voterò …. perchè questo non sarebbe giusto …..

Annunci