….. quando l’ottusità acceca e sovrasta …..

Leggo che la Sinistra “Radicale” di Melanchon non vuole scegliere tra Machron e la Le Pen — lasciando il suo elettorato in un ipocrita asserita “libertà di coscienza” perché entrambi sarebbero la stessa cosa e “puzzerebbero” entrambi allo stesso modo.

Mi permetto solo di dire questo: in una fase in cui le classi sociali medie e basse sono sempre più attratte dalle sirene del populismo di Destra, di un populismo di questo livello e portata ed anche (possiamo ammetterlo per onestà intellettuale) capacità di incantare con le sue sobillazioni di rabbia e egoismo … od anche solo con un talento nel mischiare le carte e gettare fumo negli occhi …… una Sinistra che rinuncia a scegliere ed indicare comunque la via costituzionale, anche se propria del “meno peggio” e/o del “turarsi il naso” … è una Sinistra irresponsabile sciagurata ed ignorante, e che non vede (o peggio fa finta di non vedere) le tristi lezioni della Storia.

Prima tra tutte di queste lezioni è quella della Germania degli anni ’20 del ‘900, dove il Partito Comunista Tedesco, durante la Repubblica di Weimar, si rifiutò di fare alleanza con il Partito Socialdemocratico, in nome della ortodossia marxista-leninista e quindi perchè la SPD essendo forza riformista sarebbe stata quindi collusa e convivente col Capitale …. quindi inaccettabile un sostegno elettorale … perché prima veniva la Rivoluzione.

Il risultato della non scelta e dell’essere duri e puri ed ortodossi come un Talebano? Adolf Hitler ed il Partito NazionalSocialista al Potere ….. con tutto quanto che è successo dopo.

La Storia … è ben nota … come sono ben note le conseguenze di chi non sa fare tesoro …… e come sono ben presenti i mal di pancia e le sofferenze nel vedere a quasi 100 anni di distanza l’ottusa incapacità di tenere presenti le lezioni passate …… ripetendo i tragici errori, già visti.

Diffidare sempre dei Duri e Puri ed ortodossamente “Fedeli alla Linea“.

….. senza SE e … senza MA …..

Doverosa, in questa giornata concettualmente di una importanza immensa (la Festa del Lavoro), una chiosa finale su quanto accaduto in questi giorni e con l’evento di ieri.

Matteo Renzi ha vinto.
Nettamente.
Senza SE e senza MA
Si sapeva avrebbe vinto, si pensava (o sperava) non in questi termini netti.
Così è stato.

A questa volontà di una quantità non trascurabile di elettori (tra 1.5 e 2 mln di votanti) ci si deve sempre e comunque inchinare perchè è l’essenza della Democrazia.
…. ed il PD … a dispetto degli epiteti che gli tirano addosso i Troll da Internet ed i Discepoli del Nuovo Culto del Nuovo Rito della Lanterna ….. ha dato nuova prova di reale democrazia.
Cosa non da poco.

Continua a leggere

Un Appello per ANDREA ORLANDO

Compagne e compagni, Amiche ed Amici, elettrici ed elettori, simpatizzanti del PD e di quel che ne è rimasto del Centro Sinistra:
 
Domani, non rimanete a casa con le braccia conserte e andate a votare alle #primariePD.
 
E’ l’ultima occasione, l’ultima opportunità che la storia ci offre per cambiare davvero questo PD che, così, non ci piace (e non per colpa solo dell’x segretario Renzi, ma anche dell’Ex Bersani e di tanti che poi hanno – come conigli opportunisti – abbandonato la battaglia politica per la comoda sponda dello sterile dissenso autoincensatorio).
E’ l’ultima occasione per non far diventare strutturalmente il PD un partito di centro che strizza l’occhio, e neppure velatamente, alla dx.
 
E’ vero.
Andrea Orlando ha fatto parte del Governo Renzi.
E’ anche indubbiamente vero che è stato un ottimo Ministro della Giustizia, probabilmentei l migliore dai tempi di Giovanni Maria Flick (venti anni fa).
E’ vero che poteva e doveva fare di più per opporsi in Consiglio dei Ministri e nel partito a quei provvedimenti che hanno precarizzato la la vita e il lavoro di tanti cittadini o contro le politiche a favore dell’1% dei più ricchi.
Lo ha ammesso lui stesso con grande sincerità e onestà intellettuale.
… ma …
domani, è sulla strada che il PD dovrà intraprendere dal 1 Maggio che dovremo, come comunità di Sinistra e Centro-Sinistra, decidere.
 
L’uniche domande alle quali saremo chiamati a dare una risposta sono:
— secondo Voi in questi 4 anni Matteo Renzi ha reso il Pd un partito aperto, inclusivo, una casa accogliente per le opinioni e per le idee di tutti, attento ai bisogni dei più poveri, dei disoccupati, dei lavoratori stabili o precari??
— con lui, questo partito ha saputo far tesoro delle amarissime sconfitte delle recenti amministrative e del referendum??
— con lui si è ripartiti dalla domanda di uguaglianza e giustizia sociale (emersa da quelle stesse sonore sconfitte) e con una classe dirigente all’altezza delle sfide che abbiamo davanti??
 
Se la vostra risposta è sì, votate pure per Matteo Renzi e … sotto certi aspetti, fate bene.
 
SE LA VOSTRA RISPOSTA E’ DUBBIOSA OPPURE E’ invece NO ……. Domani votiamo per
 

ANDREA ORLANDO

Segretario del PD.

 
Tutti insieme, cambiamo il futuro e la storia di questo partito.

…. .. parola di Oscar ….

…. GIANNINO, che mi sento di condividere integralmente ….

 

Quattro semplici concettini a commento delle terrificanti notizie che vengono dalla Turchia:

– ora dopo ora, è sempre più terrificante l’epurazione di massa avviata da Erdogan: si conferma sempre più la tragica impressione che il miserando tentato e fallito golpe costituisca lo stesso pretesto che venne rappresentato nel febbraio 1933 dall’incendio del Reichstag, che spianò la strada al decreto pieni poteri per Hitler

– nessun ordinamento presentabile può destituire-carcerare migliaia persone senza diritto alla difesa. Nessun golpe può giustifica una consimile e sistematica morte della libertà

– dopo le carcerazioni di massa di giudici e dipendenti pubblici il regime Erdogan diventa tirannia senza contropoteri ma con vasto consenso popolare, è un paradosso già visto purtroppo nella storia, e i suoi esiti sono SEMPRE stati nefasti

-tacendo o balbettando sulla gravità dell’epurazione ordinata da Erdogan, l’Europa perde purtroppo l’ennesima ragione per cui ha senso essa esista… un altro tassello dell’era disperante che ci tocca vivere, in cui ogni principio della civiltà europea sembra sparire sotto l’incapacità di statisti non all’altezza di sfide epocali, si tratti dell’immigrazione, dell’islamismo e della protesta sempre più diffusa in molti paesi occidentali contro élite autoreferenziali…

 

 

….. “Liberare” (???) Costantinopoli …

Non amo assolutamente Erdogan …. è un arrogante Putin Islamico ed i suoi scopi sono quelli di restaurare la forza ottomana dietro un Presidenzialismo Islamico molto vicino ad una monarchia/sultanato

…. è la triste dimostrazione che dietro una apparente moderazione, rimane forte assai nel mondo Islamico una  chiara e netta insofferenza per i principi base dello Stato Laico, dove Cesare è da una parte ed il Papa (in questo caso il Mufti) dall’altra, dove c’è la separazione dei poteri e la libertà di stampa … dove le donne sono pari agli uomini … dove non esiste nè può esistere una Religione di Stato …… per tacere poi del fatto di quello che si continua a fare ai Curdi …. nonostante siano la vera prima linea che con coraggio si batte per bloccare il cancro maledetto dell’ISIS

….. pertanto … dentro questo contesto, confesso candidamente che spererei che Erdogan scomparisse dallo scenario mondiale ….. il più presto possibile …. però … la ragione mi dice ed impone di statuire che ciò non può avvenire non democraticamente …. perchè quando sento parlare di Golpe ….. mi viene l’itterizzia … e mi vengono in mente i tentativi in Italia, il Golpe dei Colonnelli in Grecia nel 1974 ed anche quello che è AL SISI in Egitto. Grazie a dio Mosri ed i Fratelli Musulmani non sono più al potere …. ma ….. al loro posto abbiamo …. i desaparecidos in stile Argentina …. tra cui Giulio Regeni.

Per questo ho sentimenti contrastanti sulla notte appena trascorsa in Turchia.

…. ed ancora non so dire se Bisanzio / Nova Roma / Costantinopoli / Istanbul … sia stata liberata o salvata o altro ….

…. Nizza ….. il dolore … la rabbia … la ragione ….l’istinto ….

…. per me è dura … è un colpo … è un fatto che colpisce direttamente al mio Cuore

Amo Nizza, la frequento e ci vivo anche da quasi un quarto di secolo.

A Nizza  ho lasciato momenti personali profondissimi e bellissimi, ed a Nizza si è fatta anche parte della mia storia.

A Nizza e nella Provenza trovo ragioni del mio essere italiano …

Nizza è la vera Porta di entrata/Uscita dell’Italia …. non solo per le ragioni storiche, non solo per le persone che vi vivono, non solo perché è la città di Giuseppe Garibaldi ….. ma anche perché Geograficamente l’Italia inizia o finisce col passaggio del Fiume VAR.

Quello che è successo ieri sera pertanto è ancora più forte ed a maggior ragione quando vedi che l’ingresso per fare la Strage sulla Promenades è avvenuto a pochi metri da casa mia ….

Penso che una delle cose da leggere e che in qualche modo …. domina e placa il dolore e la rabbia di ciò che è successo ieri sera sia la riflessione di Gianni Cuperlo di oggi.

Leggetela anche voi.

Continua a leggere

…. Sic RROBE Dixit …..

….. quoto Roberto Recchioni …. cosa rara per me … ma …. quando si fanno osservare cose giuste …..

 

Donald Trump: miliardario
Nigel Farage: ex broker
Silvio Berlusconi: miliardario
Marine Le Pen: avvocato e “figlia d’arte”
Matteo Salvini: figlio di un direttore d’azienda e poi una vita spesa solo in politica
Luigi Di Maio: figlio di un dirigente MSI-AN, politico di professione
Alessandro Di Battista: figlio di un consigliere comunale MSI, politico di professione
Beppe Grillo: comico televisivo e teatrale

È buffo come tutti questi grandi interpreti dei bisogni della pancia del popolo, con la “gente normale” di cui sono in teoria la grancassa, abbiano poi così poco a che spartire, no?